Colori nel marketing

Colori nel Marketing

 

Gli esseri umani sono creature visive. Molto più visivo di quanto pensiamo. Ad esempio, i diversi colori utilizzati nei simboli del marchio possono influenzare la sua reputazione tra il pubblico e non è sempre ovvio se questa influenza sarà positiva.

Quando una persona arriva alla tua pagina di destinazione, è molto importante che assolutamente tutto contribuisca alla sua ulteriore promozione in profondità nella canalizzazione di vendita. In particolare, la combinazione di colori ha un enorme impatto sui tassi di conversione. Non tutti i colori funzioneranno ugualmente bene specificamente per la tua pagina.

Inoltre, quando si sceglie la combinazione di colori della pagina di destinazione, è spesso necessario prendere in considerazione il logo e talvolta anche il colore delle merci.

Di seguito, descriveremo l’infografica presentata e creata da Iconic Fox e cercheremo di capire perché alcuni marchi hanno scelto determinati colori per i loro loghi. Sarà interessante!

Rosso

 

Tra i marchi che hanno scelto questo colore brillante per i loghi ci sono i noti Coca-Cola, Canon, Levis, H & M e altri, li vedi sotto.

L’energia positiva di colore rosso è associata a forza, passione, energia, impavidità, ammirazione. Ma c’è anche un lato negativo: il colore rosso può essere associato a paura, pericolo, dolore e minaccia.

Alcune caratteristiche distintive del rosso nella psicologia del colore sono:

  • è in grado di provocare emozioni ugualmente positive e negative;

  • crea un effetto di urgenza che può essere utilizzato in modo redditizio nelle vendite;

  • stimola l’appetito, può essere utilizzato dai marchi nei settori della nutrizione e del fast food;

  • aiuta ad aumentare il polso, quindi viene spesso utilizzato nelle campagne pubblicitarie di auto ad alta velocità e biancheria intima.

Caratteristiche personali degli amanti del colore rosso: audacia, energia, voglia di avventura.

Più spesso è preferito dalle donne rispetto agli uomini (9% contro 7%), il 2% degli uomini direbbe che non sceglierebbero mai questo colore per se stessi, a differenza delle donne, tra le quali non ci sono affatto oppositori delle sfumature rosse.

Solo il 9% degli intervistati ha definito il rosso un colore economico.

Arancia

L’immagine mostra esempi di marchi che hanno scelto l’arancione per i loro loghi. Questo è un grande ipermercato online Amazon e uno dei 10 browser più popolari al mondo di google.

Tra le emozioni positive che l’arancione può causare: cordialità, un’ondata di energia, calore, il desiderio di iniziare qualcosa di nuovo.

Possono anche sorgere emozioni negative: frustrazione, sensazione di privazione di qualcosa, inerzia.

Le seguenti sono le caratteristiche distintive dell’arancione nella psicologia del colore:

  • il colore arancione crea una sensazione di calore, può essere paragonato al sole;

  • si ritiene che il colore arancione crei gioia ed emozioni positive;

  • molti associano toni scuri di arancione con l’autunno, e questo può essere utile per i marchi “terrosi”;

  • questo colore è considerato il più “povero” dal maggior numero di intervistati.

Caratteristiche personali delle persone che preferiscono l’arancione: brama di avventura, competitività, scortesia.

il 5% delle donne e degli uomini ha notato positivamente questo colore. il 22% degli uomini e il 33% delle donne non scelgono l’arancione e ben il 26% la considera “povera”.

Giallo

Di seguito è riportato un insieme di loghi di marchi di tutto il mondo, che si basano sul giallo. Cosa si può dire di lui in termini di psicologia del colore?

Caratteristiche positive che possono sorgere sotto l’influenza del giallo: ottimismo, calore, felicità, desiderio di creare creatività, aumento delle capacità mentali. Tra i negativi: irrazionalità, paura, frustrazione, vigliaccheria.

  • Il giallo è un simbolo di giovinezza, felicità, gioia e sole.

  • Tali emozioni positive possono compensare alcuni problemi psicologici.

  • Le sfumature di giallo possono apparire sporche in determinate condizioni di illuminazione.

  • Spesso ha una maggiore influenza nel quartiere con un colore più scuro.

Diverse caratteristiche della personalità relative al giallo: indipendenza, intenzionalità, impulsività.

il 57% degli uomini intervistati ha dichiarato che il giallo è il loro colore preferito e solo l’1% – viceversa. il 35% delle donne nota il giallo come un colore preferito e lo 0% ha un atteggiamento negativo nei suoi confronti.

il 22% considera il giallo un simbolo di povertà.

Verde

Di seguito sono riportati alcuni loghi “verdi” che sono noti a milioni di persone. Secondo la psicologia del colore, il verde è un simbolo di salute, freschezza, natura, purezza e crescita. Tra le associazioni psicologiche negative sul verde ci sono la noia, la letargia, il sacrificio, la debolezza.

Ecco alcune tesi sul verde dal punto di vista della psicologia:

  • il colore rilassa gli occhi ed è simbolo di salute;

  • il verde ha una chiara associazione con la freschezza e il ritorno alla vita;

  • un colore molto comune tra eco-marchi, aziende farmaceutiche;

  • questo colore è amato anche dalla sfera degli affari: banche, borse, finanza e militari.

Le persone che preferiscono il verde, dal punto di vista della psicologia, sono aperte, amichevoli.

il 14% degli uomini e lo stesso numero di donne scelgono il verde come colore preferito. al 2% degli uomini non piace e le stesse emozioni sono vissute da ben il 16% delle donne. il 6% degli intervistati considera il colore “economico”.

Blu

Di seguito sono riportati alcuni marchi, che si basano sul colore blu. Secondo la psicologia del colore, il blu è associato ai seguenti sentimenti: fiducia, lealtà, logica, serenità, sicurezza. Tra le associazioni negative ci sono freddezza, insensibilità, isolamento, mancanza di attrattiva.

  • Il colore blu ha un pronunciato effetto calmante.

  • È un colore di potere e libertà che viene utilizzato da molte marche.

  • In natura, non esiste cibo naturale di colore blu.

  • Il blu è un simbolo di tranquillità.

Ecco alcuni tratti della personalità delle persone, secondo gli psicologi, che scelgono il blu: lealtà, socialità, cortesia.

Il 57% degli uomini riconosce il blu come colore preferito, la stessa opinione è del 35% delle donne. Solo all’1% non piace questo colore e nessuna delle donne intervistate lo ha ammesso. La stessa quantità, l’1%, considera il blu “economico”.

Viola

Milka, Hallmark, Yahoo! e altri marchi noti, i cui loghi vediamo qui sotto, hanno scelto il viola come base del loro logo. Secondo la psicologia del colore, il viola è associato ai seguenti sentimenti: libertà, raffinatezza, fantasia, ricchezza. Le emozioni negative che il viola può anche causare sono uno stato d’animo decadente, uno sconforto, una depressione.

Di seguito sono riportate alcune tesi chiave sul colore viola che ti torneranno utili se lo stai prendendo in considerazione per una campagna di marketing:

  • storicamente, il colore viola è associato all’eccellenza, alla ricchezza;

  • adatto a marchi che hanno bisogno di posizionarsi come marchi prestigiosi;

  • è considerato piuttosto stravagante, quindi è necessario utilizzare con cautela;

  • le tonalità scure sono rilassanti, possono essere utilizzate per marchi “femminili”.

Caratteristiche personalizzate del viola: sensualità, maestosità, comprensione.

L’1% degli uomini ha scelto il viola come colore preferito, il 23% delle donne della stessa opinione. Il 22% degli uomini e l’8% delle donne lo consideravano non amato. Il 4% lo considerava “economico”.

Rosa (Fucsia)

Il colore fucsia è luminoso e evidente, quindi solo pochi marchi osano usarlo nei loro loghi. Di seguito è riportata una selezione di aziende popolari, la base della cui identità aziendale è quella.

Il rosa (fucsia) nella psicologia del colore ha anche lati positivi e negativi. I pro includono: immaginazione, passione, creatività, imprenditorialità e desiderio di cose nuove. Alle associazioni negative: indignazione, ribellione, impulsività, frivolezza.

  • Il rosa (fucsia) è il colore più brillante e più popolare in associazione con il sesso femminile.

  • Può essere una grande aggiunta al colore di base nello stile aziendale del marchio.

  • Il rosa è un colore confortevole associato alla speranza.

  • Utilizzato con successo in un settore che mira a “rompere gli schemi”.

Qualità psicologiche che contraddistinguono gli amanti del rosa: spiritualità, desiderio del nuovo, praticità.

l’1% degli uomini e il 5% delle donne hanno scelto questo colore come preferito. il 9% dei maschi e il 2% delle donne non amano il rosa. il 3% degli intervistati considera la tonalità del fucsia “povera”.

Nero

Il nero è considerato un colore classico ed è spesso associato al lutto, che è completamente sbagliato. Vediamo di seguito quali brand hanno scelto questo colore laconico come principale nel loro stile aziendale.

Nella psicologia del colore, il nero è associato alle seguenti qualità positive: raffinatezza, eleganza, sicurezza, forza, autorità, contenuto. Tra gli psicologi negativi nota: freddezza, rabbia, pericolo, depressione, depressione, lutto.

  • Il nero è un colore “influente” che è spesso associato al potere e al lusso.

  • I marchi di lusso oggi scelgono sfumature di colori in bianco e nero.

  • L’uso del nero con un altro colore brillante sembra unico e sofisticato.

  • Adatto per la moda e la salute.

Qualità personali delle persone che amano il nero: determinazione, fiducia in se stessi, serietà.

L’8% degli uomini e il 6% delle donne scelgono il nero come colore preferito. Il 4% di entrambi non lo sceglie da solo. E solo l’1% lo considera “povero”. Questa è la percentuale più bassa tra gli intervistati su questo criterio (tranne il blu).

Bianco, Argento

Il bianco è il secondo colore “base” in questo elenco. Tradizionalmente, è associato a purezza e freschezza. Vediamo come gli psicologi lo descrivono e cosa significa per il brand marketing.

Di seguito sono riportati i loghi di aziende di fama mondiale che hanno scelto il bianco come base dell’identità aziendale. Nella psicologia del colore, lui e la sua ombra – argento – hanno le seguenti caratteristiche positive: purezza, innocenza, semplicità, intatto.

Delle caratteristiche negative: sterilità, vuoto, distacco e indifferenza.

Ecco alcune tesi dalla psicologia del colore rilevanti per il marketing del marchio:

  • incarna la pulizia e adatta i marchi con un moderno eco-concetto;

  • spesso utilizzato nel design dell’identità aziendale come colore dominante;

  • in una performance infruttuosa, può diventare un simbolo di indifferenza e pigrizia;

  • perfetto per trasmettere un’immagine alla moda, elegante e pulita.

Tra le caratteristiche personalizzate degli psicologi bianchi evidenziano: ottimismo, indipendenza, innocenza.

il 2% delle donne e l’1% degli uomini hanno nominato il bianco e l’argento come colori preferiti. il 5% e il 3%, rispettivamente, hanno l’opinione opposta. il 9% lo considera un colore “povero”.

Quale colore scegliere?

Utilizzando la conoscenza della psicologia del colore nel marketing, puoi trasformare la tua campagna e creare la giusta immagine di marca agli occhi dei consumatori. Tuttavia, la scelta dei colori perfetti per un logo, un design di imballaggio o una pagina di destinazione può richiedere molto tempo. In ogni caso, questa non dovrebbe essere una decisione spontanea.

Usa uno speciale strumento di corrispondenza dei colori, come ColorScheme, e “gioca” con diverse combinazioni fino a trovare la combinazione che meglio riflette la psicologia del tuo marchio.

MEDIALABO ICON

MANIFESTI DI GRANDE FORMATO, COSA C’E’ DA SAPERE

STAMPE MANIFESTI GRANDE FORMATO COSA SAPERE

Molto probabilmente se stai leggendo quest’articolo hai pensato di farti conoscere tramite uno dei mezzi pubblicitari più scelti e più efficaci come ad esempio il camion vela o affissioni.

1: SCELTA DEL MATERIALE

I manifesti grande formato utilizzati per la pubblicità esterna hanno bisogno di essere particolarmente resistenti alle intemperie e al deterioramento imposto dagli agenti atmosferici e devono possedere un fondo scuro ( di solito carta Blue Back capace di coprire, creando uno strato completamente opaco, le affissioni preesistenti.

Quindi importantissima è la scelta del materiale su cui stampare.

Consigliamo sempre carta Carta Blue Back anti-spappolo e anti-intemperie nella grammatura ideale per la stampa manifesti.

2: DIMENSIONI:

Le dimensioni di un manifesto di un camion vela pubblicitaria solitamente sono 4×3 metri o 5x3m o massimo 6×3 metri ma possono esserci anche mezzi con dimensioni ridotte di 3×2 o 3×3 metri.

Mentre sulla cartellonistica possono esserci dimensioni più piccole.

L’efficacia della campagna pubblicitaria si amplifica, le forme, i colori, i concetti sono esaltati da una grande visibilità. Si consiglia una dimensione media, un 4×3 metri essendo un formato medio in quanto il camion vela può essere posizionato in molti più punti rispetto ad un 6×3. Questo dipende anche dalla zona della Vostra campagna pubblicitaria.

Se vuoi avere una campagna pubblicitaria senza problemi e con tutti i servizi inclusi completi clicca QUI

3: CREATIVITA’

Per i manifesti grande formato abbiamo a disposizione un grande spazio, uno spazio da riempire con la nostra creatività: grandi testi, forme e la più vasta gamma di colori.

Un manifesto di grandi dimensioni può anche non possedere una risoluzione elevatissima, considerato che viene apprezzato da lontano, diversamente dai manifesti di medio e piccolo formato che avendo dimensioni decisamente più contenute, necessitano di una maggiore risoluzione (quindi moltissimi puntini che compongono l’immagine) perché verranno fruiti da vicino. Consigliamo sempre colori accesi, poche scritte e messaggio chiaro e forte di primo impatto.

MEDIALABO LOGO

NORME E LEGGI SUI CAMION VELA

NORME E LEGGI PER L’USO DEI CAMION VELA PUBBLICITARI

 

L’AGENZIA PUBBLICITARIA MEDIALABO VI FORNISCE IL SERVIZIO TUTTO INCLUSO

Il camion vela è un mezzo di comunicazione a 180 gradi il quale rientra nella categoria di pubblicità dinamica quindi non è catalogata come affissione in quanto viene spostata ogni 48h.

Il mezzo è stato creato proprio per essere visibile soprattutto a lunga distanza grazie al suo movimento in lunghe distanza con una grande percentuale di percentuale di persone.

Prima di iniziare una campagna pubblicitaria tramite camion vela è importante rivolgersi ad una agenzia specializzata in questo in modo tale da non ricevere sorprese anche dopo diversi mesi di sanzioni/multe.

LE LEGGI IN MERITO AI CAMION VELA

Il camion vela è ad uso speciale: La normativa UE definisce “veicoli per uso speciale” i veicoli con caratteristiche tecniche specifiche che consentono loro di svolgere una funzione che richiede disposizioni e/o attrezzature speciali: la definizione si discosta lievemente da quella prevista dal vigente CDS nazionale ma non appare con essa in contrasto.

Al capoverso g) dell’art. 54 si dice che gli autoveicoli ad uso speciale sono quelli caratterizzati dall’essere muniti di speciali attrezzature, permanentemente installate, destinate all’effettuazione di particolari attività. Nell’uso speciale l’autoveicolo vive in funzione dell’attrezzatura montata, come pure le persone e i materiali destinati all’uso di queste attrezzature, che il codice esplicita come “destinate al ciclo operativo del veicolo”.

All’art. 203 del regolamento di attuazione del codice – comma 2 – troviamo tutti i casi di uso speciale previsti dal codice. L’autoveicolo ad uso speciale è, quindi, prevalentemente un conto proprio e non un terzi. Questi autoveicoli hanno sempre: – massa complessiva (da omologazione), – tara in ordine di marcia, – portata. La portata è quindi puramente fittizia tanto che questi mezzi sono in esenzione da legislature relative al trasporto merci. A questi veicoli viene attribuita comunque una portata fiscale, pari alla differenza tra massa complessiva e tara del veicolo allestito con carrozzeria di tipo leggero o tra massa complessiva e tara dell’autotelaio cabinato maggiorata del 20%.

I camion vela possono circolare liberamente con autista a bordo in qualsiasi città italiana mentre in alcune città è vietato fermarsi in qualto il comune lo vieta. Bisogna quindi essere aggiornati, tramite l’agenzia di comunicazione di sapere quali sono i comuni che vietano la vela publicitaria.

In tutti gli altri comuni dove è possibile girare e sostare sempre nei limiti delle 48h la vela bisogna sempre pagare le imposte pubblicitarie le quali vanno in base alla metratura del manifesto pubblicitario. La tassa varia da comune a comune e quindi bisogna valutare anche questo.

COME EVITARE SANZIONI/MULTE

Il modo migliore per evitare sanzioni e senza dubbio affidarsi ad una agenzia la quale svolge il servizio completo e quindi stare sicuri al 100% che non arrivano multe a vostro carico. In questo caso loro di assumono tutte le responsabilità.

SE SIETE INTERESSATI AD UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA CON SERVIZIO TUTTO INCLUSO CLICCA QUI

MEDIALABO ICON